giovedì 15 agosto 2019

L’arte di apparecchiare la tavola



Preparare un pranzo per la famiglia, una cena per gli amici più cari o anche un buffet per un’occasione di festa sono tutti eventi che richiedono una certa dimestichezza con la cucina, ma non solo. Occorre anche organizzare tutto al meglio e saper apparecchiare la tavola in modo che ognuno trovi ciò di cui ha bisogno. Negli ultimi tempi chi ha il gusto della buona tavola si sta spostando sempre più verso il piacere di assaporare piatti sopraffini o materie prime di un certo pregio. In questi casi la questione non è solo apparecchiare in modo corretto la tavola, ma anche disporre di tutto ciò che serve per farlo.

I bicchieri per una degustazione di vini

La proposta enogastronomica italiana è tra le più varie e di qualità al mondo, perché quindi non approfittarne anche a casa. Per stupire gli amici possiamo decidere di preparare qualche semplice piatto, da gustare con vini adatti ad ogni singola portata. Il vino è una bevanda che modifica in maniera precisa il proprio sapore in base ad alcuni elementi importanti; la medesima bottiglia assaporata alla corretta temperatura, con il cibo più adatto e con i corretti bicchieri da vino ci offre esperienze gustative del tutto differenti. Se si vuole preparare una cena accompagnata da vini di qualità è importante anche avere i giusti bicchieri da vino, uno per ogni tipo di vino che vorremo portare in tavola. Allo stesso tempo, ricordiamoci di apparecchiare anche con i bicchieri da acqua, per poter assaporare anche questa bevanda, in modo da pulire la bocca dalle precedenti.


Piatti, piattini, stoviglie da portata

Un altro elemento essenziale per apparecchiare correttamente la tavola riguarda i piatti. Solitamente in famiglia si usa un singolo piatto, o al massimo due per i pasti più importanti. Conviene invece ricordare che la tavola apparecchiata in modo corretto dovrebbe avere un piatto piano, un piatto fondo e un piccolo piatto per l’antipasto o il dessert. Sul sito homelook.it possiamo trovare tutto ciò che serve per ottenere una tavola perfetta. Sono importanti anche i piatti da portata, che andrebbero scelti in concordanza con quelli di ogni singolo commensale.

Il servizio alla francese o alla russa

Oggi quando si pranza in famiglia si tende a preparare un singolo piatto unico, al più un leggero primo e un secondo a base di proteine. Forse non tutti lo sanno, ma l’usanza di suddividere il pasto in numerose portate, ben scandite tra di loro, è detto servizio alla russa. Questo tipo di servizio fu codificato dall’ambasciatore dello Zar di Russia a Parigi, nel lontano 1810. Da allora le portate sono state leggermente modificate e il sevizio accorciato, visto che ai tempi contava numerosi piatti in successione. Sta però tornando, soprattutto nelle occasioni informali, l’abitudine al cosiddetto servizio alla francese. In pratica ogni portata del pasto viene posta a tavola contemporaneamente, in modo che tutti possano servirsene come desiderano. Alcuni piatti, come ad esempio il dolce, aspettano in frigorifero il loro turno, ma solo perché il caldo potrebbe rovinarli. Che si scelga l’uno o l’altro tipo di servizio, avere a disposizione un corretto numero di piatti da portata, bicchieri e posate è fondamentale per poter presentare tanti alimenti nel corso di un pranzo o di una cena.

Nessun commento:

Posta un commento

Se ti va, lasciami un commento.