martedì 9 settembre 2014

Wind: a volte per comunicare davvero, la tecnologia non è tutto. Closer to you




Ci sono parole dette a metà, parole scritte, parole messe in bozza e mai mandate e poi ci sono io. Io che non riesco a scrivere "anche se non capisco chi ha ragione e chi ha torto, mettiamoci una pietra su e ricominciamo ad essere amiche". Fino a qualche giorno fa però e vi racconto anche il perchè. Due anni fa, una parola di troppo e la mia amicizia con una mia carissima amica è finita. Finita al punto tale che per entrambe il motto era diventato "e la vita continua anche senza di NOI", nonostante i sogni da realizzare insieme, nonostante i progetti, nonostante le notti insonni a chiacchierare in camera. Però non vi nascondo che, ho tentato più di una volta di mandarle sms che sono rimasti in bozza. Sapete perchè?  Non c'è app che possa sostituire un abbraccio. Avrei voluto mille volte scriverle "mi manchi", ma forse certe cose vanno dette guardandosi negli occhi. E allora? Mai avrei detto di essere capace di fare quello che ho fatto qualche giorno fa. Per raccontarvelo però dobbiamo tornare indietro a quel giorno quando, bazzicando online ho visto un video di Wind che mi ha fatto innanzitutto piangere e poi riflettere. Il protagonista di questo video è  un figlio che decide di mettersi in cammino per andare a parlare con il papà che non vede da tempo.


E partono i ricordi. Ricordi di quando ha nuotato la prima volta convinto da suo padre. Di quando voleva prendere la patente e ha chiesto una mano a lui per le guide. I litigi per un tatuaggio e altri ricordi che non voglio raccontarvi per non fare la spoiler. Non vi nascondo anche  che questi ricordi mi hanno fatto invidia, visto che comunque, io ho avuto un padre troppo occupato con il suo lavoro, e non ho avuto la fortuna di averlo presente nonostante fosse fisicamente presente. Comunque, torniamo al video e alla mia amica. L'uomo in questione, prende una borsa e decide di raggiungere suo padre. (mi piace immaginare, che l'ha fatto con il primo volo disponibile). Il Finale è da vedere. Questo video mi ha fatto molto riflettere. Ero in pigiama, struccata. Ho deciso di indossare i primi vestiti trovati sulla sedia e di prendere il primo autobus. Arrivata sotto casa sua, con il cuore a mille, ho anche pensato che forse non era il caso. Ho preso il telefono, stavo per mandarle un sms "sono sotto casa tua, aprimi" poi ho deciso di suonare.Due colpetti leggeri al citofono come facevo io e solo io, per avvisare che ero di sotto. Niente non rispondeva. In quell'istante stesso ho realizzato di aver fatto una cavolata. Stavo per andare via, quando il portone si è aperto ed è uscita lei con l'affanno per aver sceso le scale di fretta. Nessuna parola, solo un'abbraccio. Aspettava questo momento da sempre. Perchè nonostante avessi a disposizione facebook, cellulare, telefono fisso, twitter, mail, a volte per comunicare davvero,la tecnologia non è tutto. Questo è il video, che vi consiglio di guardare.


Ha ragione Wind in questo suo cortometraggio destinato al web. Ha scelto questo metodo per parlare di VICINANZA in un video che va oltre il concetto di comunicare e abbandonando anche solo per un attimo l'idea di televisione. Ha scelto una spazio ben più ampio per invitare la gente a stare più vicini, perchè ci sono cose che non si possono dire al telefono, attraverso uno schermo o con una mail. Wind con questo cortometraggio a cura del regista Giuseppe Capotondi, vuole far capire che la tecnologia è potente e non onnipotente. Grazie a questo video, ho scoperto anche, quanto è divertente l'idea di poter cenare con il mio ragazzo, parlando con lui, senza dover stare al cellulare a leggere mail o giocare. Per questo ho scelto di spegnere il cellulare a pranzo e cena per dare spazio al dialogo. Non ricordo infatti, prima di aver visto questo video, l'ultima volta che a cena con Michele, ho riso così tanto per le sue barzellette. Ne vogliamo parlare dell'emozione di sentirsi dire: " ti amo" invece di leggerlo? Lo so, potreste sempre dirmi che non c'era bisogno di un cortometraggio Wind per scoprire certe cose, eppure vedendo i tavoli intorno a me al ristorante, mi accorgo sempre più di quanto si sia azzerato il dialogo.



Allo stesso tempo, due giorni fa mi sono svegliata prima che mia mamma andasse a lavorare per darle un abbraccio e dirle quanto è importante per me. Provate ad avvicinarvi e a mettere da parte la tecnologia. Credetemi, certe parole dette a voce, guardandosi negli occhi, non hanno prezzo. Non so quante volte ho scritto sms a mia mamma che finivano con "un abbraccio". Eppure l'abbraccio di qualche giorno fa lo tengo ben impresso nella mia testa, a differenza dei tanti abbracci inviati tramite sms. Chiaramente però, non vi nascondo che senza la tecnologia io sarei persa. Il mio blog, sarebbe un diario che non leggerebbe nessuno. Per esempio non potrei comunicare con mia sorella che è a Padova o restare in contatto con una mia amica che ha deciso di andare a vivere in Australia. Preferisco gli auguri fatti di persona anche se l'sms all'ultimo secondo ti salva dalle figure pessime che si fanno quando dimentichiamo i compleanni. Insomma per concludere. La tecnologia è importante ma allo stesso tempo, non dobbiamo permettere che essa possa comandare sui sentimenti al punto tale da farci perdere il contatto con il mondo. Cerchiamo di stare #piuvicini e riprendiamo a #comunicaredavvero guardandoci negli occhi.


A me questo video mi è piaciuto e mi ha aiutato a recuperare ciò che credevo perso.

24 commenti:

  1. bellissimo video della Wind, più lo vedo e più mi piace ^_^ e poi anche il significato che uno ci trova è carino

    RispondiElimina
  2. bellissimo video ed è proprio ver siamo troppo legati alla ecnologia, i rapporti pelle a pelle sono i più preziosi a mio parere

    RispondiElimina
  3. hai perfettamente ragione, purtroppo stiamo troppo spesso attaccati al cellulare, pc o tv..

    RispondiElimina
  4. ...il video è davvero molto bello e commovente e io ti do pienamente ragione quando dici che un sms è nulla a confronto dell'emozione che puo' trasmettere un abbraccio..la tecnologia deve andare avanti ma non dobbiamo assolutamente dimenticarci dei veri valori!!! complimenti alla Wind!!!

    RispondiElimina
  5. il video è davvero molto toccante caspita, si deve riflettere molto su come sta andando la società.

    RispondiElimina
  6. Ciao cara!
    Questo video ogni volta che lo vedo mi commuove è proprio vero ci affidiamo troppo spesso alla tecnologia e trascuriamo i veri rapporti umani che sono fatti di abbracci,carezze.Fa davvero riflettere e dovremmo cercare di recuperare il tempo perduto!
    Bacione
    La Fra

    RispondiElimina
  7. Mi sono emozionata , bello video, ad il messaggio molto profondo.

    RispondiElimina
  8. Ciao, la wind procuce sempre degli ottimi messaggi multimediali e questo video molto profondo e colmo di valori ormai quasi scomparsi non è stato da meno!

    RispondiElimina
  9. Oggi come oggi il mondo gira solo sulla tecnologia, ma i sentimenti non si possono vedere/toccare.. Bisognerebbe pensarci un po' di più..

    RispondiElimina
  10. Conosco questo video e lo trovo molto veritiero per il mondo che stiamo affrontando in questi ultimi anni

    RispondiElimina
  11. per prima cosa, bellissimo post...è stato un piacere leggerlo!!
    Credo che questo video della wind sia ben fatto, colpisca al cuore e ai sentimenti più intimi e personali..molto spesso siamo schiavi della tecnologia e mi ci metto in pieno nella categoria, anche se, nei momenti importanti sono la prima a spegnerlo..Quando sono con il mio ragazzo, o quando decido di dedicare una giornata a mia madre e a mia sorella, lo lascio in tasca o in borsetta...Xò è anche vero che senza la tecnologia non sentirei quotidianamente persone che amo che purtroppo vivono lontanissimo da me

    RispondiElimina
  12. davvero bello questo video non lo avevo ancora visto

    RispondiElimina
  13. Bellissimo il tuo articolo,molto toccante e emozionante,come darti torto? La comunicazione live è importante come anche la tecnologia, ma dobbiamo usarla in maniera intelligente, senza dimenticare la vita reale e i sentimenti, quelli che ti fanno battere il cuore forte, come guardare una persona negli occhi piuttosto che sentire solo la sua voce o leggere un suo messaggio.

    RispondiElimina
  14. Che bell'articolo, mi hai fatto quasi piangere! I ricordi alla fine si costruiscono stando vicino alle persone, non sui social o in rete. E Wind fa benissimo a ricordarcelo nonostante per loro sia meglio che noi utilizziamo gli smartphone! Vorrei essere più vicina ai miei genitori ora per poterli abbracciare :)

    RispondiElimina
  15. hai proprio ragione! Quanto vale un abbraccio, una parola detta guardandosi negli occhi!!!

    RispondiElimina
  16. il tuo articolo è bellissimo e molto toccante, non avevo mai visto il video, la tecnologia spesso ci fa dimenticare i veri rapporti

    RispondiElimina
  17. spesso la tecnologia ci fa dimenticare quanto sia importante avere rapporti diretti con le persone che amiamo, ma è anche vero che ormai non possiamo farne a meno, il video mi è piaciuto moltissimo

    RispondiElimina
  18. Video davvero molto bello, ed è bello anche ciò che hai fatto tu per la tua amica, non è da tutti decidere così all'improvviso di prendere un autobus senza sapere cosa potrà succedere dopo

    RispondiElimina
  19. Il messaggio lanciato è da Wind è veritiero e molto profondo. L'azienda ha avuto una bella idea nel creare questo cortometraggio... Lo vorrei proprio vedere, grazie mille per avercene parlato! :)

    RispondiElimina
  20. Un messaggio che arriva diretto al cuore e che ci fa capire l'importanza del contatto fisico e delle persone che ci stanno davanti Grazie a te per averlo condiviso con noi e grazie a Wind

    RispondiElimina
  21. Un video molto bello, profondo e toccante, Wind ha centrato il segno. In effetti siamo tutti molto legati alla tecnologia e passiamo gran parte del tempo a trafficare con qualcosa che ha a che vedere con essa, però, personalmente cerco di staccare per godermi momenti di vita "incontaminata".

    RispondiElimina
  22. Le tue parole portano alla riflessione e insieme al video Wind mi hanno fatta commuovere. Beh cara, ci sono cose che non si posso sostituire o delegare alla tecnologia che è utilissima e fa parte del nostro quotidiano ma occorre anche aver misura e capire quando è il caso di metterla da parte per assaporare la realtà.

    RispondiElimina
  23. Io amo la tecnologia e devo ammettere che troppo spesso mi ci perdo, trascurando aspetti della vita molto importanti. Le tue considerazioni sono giuste e condivisibili e mi fai pensare che dovrei rivedere parecchio dei miei atteggiamenti. Molto bello il cortometraggio di Wind, emozionante.

    RispondiElimina

Se ti va, lasciami un commento.