martedì 19 agosto 2014

Ricetta primo: Calamarata pesce spada, olive nere e zucchine




Ciao  a tutti,
ieri a pranzo due amici hanno deciso di autoinvitarsi a casa mia. Tempo fa dicevo che ho molti amici con gusti, usi e costumi abbastanza diversi e vi ho anche detto che li ho catalogati in una rubrica in base ai gusti, alle preferenze, alle allergie e allo stile di vita. Per esempio: Marco, sportivo amante del vino, odia l'odore del formaggio, è allergico alle melanzane. Marica, sofisticata e amante della cucina italiana. Odia le cucine etniche ed è intollerante al lattosio. Giò, chef mancato e amante della cucina ricercata. Odia gli impiattamenti a casaccio e mangia anche le pietre. Questi sono 3 esempi ma ce ne sarebbero tanti. Ieri a pranzo da me c'erano i due miei amici più rompiscatole del mondo. Lui, mangia solo pesce ma odia il fritto e l'odore in casa di fritto. Lei ama il pesce sopratutto la frittura. Ho deciso quindi di evitare la frittura ma di cucinare qualcosa che mettesse d'accordo entrambi i palati. Ho preparato una calamarata di pesce spada, olive nere e zucchine. Potevo scegliere tra i paccheri e i calamari, ma avevo in casa solo i calamari quindi ho utilizzato questi.





Ingredienti:

400 g di pasta calamari o paccheri
200 g di pesce spada fresco
2 zucchine medie
2 pomodorini ciliegino
una manciata di olive nere denocciolate
mezza cipolla e 1 spicchio d'aglio
olio E.v.o. e prezzemolo q.b.
sale e pepe q.b.



Procedimento:

Pelate e tritate la mezza cipolla,schiacciate l'aglio e poneteli in una padella capiente con olio extravergine di oliva. Lasciateli imbiondire a fuoco dolce e nel frattempo affettate e tagliate a fiammifero le zucchine.(potete anche grattuggiarle a julienne se preferite) e aggiungetele e lasciatele cuocere per circa due minuti aggiungendo i pomodorini privati dei semi e tagliati a metà. Salate e pepate a piacere e aggiungete le olive nere denocciolate tagliate a metà (o a rondelle se preferite)
Prendete il pesce spada e tagliatelo a cubetti. Ponetelo nella padella con le zucchine, mescolate e poi spegnete il fuoco, lasciando che la preparazione si insaporisca riposando.
In una pentola capiente fate cuocere abbondante acqua per la cottura della pasta. Salatela e poi calate i calamari (o i paccheri se preferite). Lasciatele cuocere per il tempo indicato sulla confezione  e scolatele al dente.
Versate la pasta nella padella e saltatele con il sugo di zucchine e pesce spada.
Aggiungete un goccio d'olio extravergine d'oliva e bagnate appena con un po' di acqua di cottura della pasta.
Per il tocco finale, spolverate le linguine con il prezzemolo tritato.
Impiattate e servite.


Per accompagnare con dell'ottimo vino, ho scelto per questo piatto, Insolia Y Baglio di Pianetto 2013. In realtà questo abbinamento l'ha scelto il mio ospite, perchè ama scegliere lui il vino, perchè ama scendere in cantina, dove conservo quasi tutte le bottiglie di vino che acquisto. In realtà, avevo postato una foto su facebook chiedendo ai miei amici che vino abbinare per questa ricetta e tutti hanno scelto Insolia Y di Baglio di Pianetto 2013.


Questo vino si presenta dal bel colore giallo paglierino, con profumo intenso, di qualità fine; a primo impatto è caratterizzato da aromi tipici della varietà seguiti da sentori esotici.
Al gusto si conferma un vino ben strutturato ed equilibrato, di buona intensità con un finale persistente.Complessivamente è un vino di buon corpo e di buona armonia che esprime le particolari caratteristiche dell'uva da cui deriva.

La scelta del vino è stata azzeccatissima!!!!
Per scoprire questo vino, per info e per curiosità Baglio di Pianetto
Avevo preparato anche le orate al sale ma ho dimenticato di fotografarle. Però vi lascio le foto degli antipasti. 


-Insalata di Polipo
-Cozze e Ostriche Crude (con limone)
-Pepata di cozze
-Cozze e Ostriche Gratinate al forno.

(Se volete le ricette, chiedetemelo tramite i commenti)

23 commenti:

  1. innanzitutto vorrei venire anch'io a pranzo da te, visto la squisitezza sia del primo che gli antipasti. Poi volevo dirti che Insolia Y di Baglio di Pianetto l'ho assaggiato in Sicilia a casa di mia suocera. Hai azzeccato. Vino squisito e ottimo.

    RispondiElimina
  2. Ciao, questa tua ricetta di calamari con pesce spada,mi piacerebbe provarla. Non conosco il vino Insolia Y di Baglio di Pianetto ma ho già individuato dove acquistarlo. :) Grazie mille per la ricetta, vorrei solo cercare di capire dove acquistare il pesce spada al mio paese, acquistare il vino insolia e gustarmelo. Mi daresti la ricetta dell'insalata di polipo? Vorrei confrontarla con quella che ho, che mi ha passato mia nonna. ti lascio la mail o me la scrivi qua?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, grazie a te per essere passata. Scrivimi a questa mail: soniapinto82@libero.it che ti passo la ricetta.

      Elimina
  3. Buonissima la tua ricetta! La proverò è anche semplice e veloce da preparare!

    RispondiElimina
  4. Un primo piatto di mare che mi ha fatto venir voglia di sperimentarlo. Il formato di pasta calamari si presta bene a questo tipo di preparazioni.. L'Insolia Y sembra proprio l'accostamento adatto e ha un bellissimo colore, immagino il suo profumo. I vini Baglio di Pianetto non li conosco ma se l'enoteca dove vado a fare acquisti li propone, li provo di sicuro. Buona giornata. *

    RispondiElimina
  5. La tua ricetta è indubbiamente molto invitante.
    Ho scoperto il piacere di cucinare il pesce da non molto tempo, ma da allora vado a caccia di nuove pietanze ed abbinamenti eno-gastronomici.
    Baglio di Pianetto lo conosco, mio marito ama il buon vino, ma non abbiamo mai provato l'Inzolia, quindi rimanderò questo abbinamento alla (prossima, spero) realizzazione della tua golosa ricetta :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pardon...Insolia Y si scrive con la S, scusami!

      Elimina
    2. si questo si scrive Insolia ma non è del tutto sbagliato. Spesso vediamo scritto anche inZolia

      Elimina
    3. Beh, direi che ha scelto proprio bene il tuo ospite, conosco l'Insolia di Baglio di Pianetto ed è secondo me il vino perfetto da abbinare alla tua deliziosa calamarata (il pesce è la morte sua, come si dice da me)

      Elimina
  6. Non conoscevo il formato di pasta Calamari, ma essendo ceca forse devo ancora imparare molto dall'italia. Questo tuo primo piatto con il pesce spada mi invoglia ad assaggiarlo. Sono astemia, ma un bicchiere di Baglio di Pianetto lo berrei volentieri con questo piatto. Sono ospite a casa di amici, forse potrei fare una bella figura con l'insolia :)

    RispondiElimina
  7. Ciao, ma che grande ricetta, la calamarata con il pesce spada, sicuramente molto gustosa come formato l'ho cucinato ma col pesce spada no percui prestissimo te la copio, il vino non lo conosco, però l'abbinamento è giusto e ben fatto, andò a conoscere questo vino che ha avuto l'onore di sposarsi con un ottimo piatto.

    RispondiElimina
  8. Che meraviglia!Devo assolutamente rifarla.... complimenti!

    RispondiElimina
  9. Quel piatto è invitante e poi io che amo il pesce.... Wooow!
    Sicuramente il vino che accompagna il tutto dà quel tocco in più!

    RispondiElimina
  10. Io apprezzo il buon vino e quello siciliano si distingue per il carattere. Baglio di Pianetto credo di averlo degustato ma non ricordo se si trattava proprio dell'Insolia Y, il nome però mi suona familiare, quindi molto probabile. hai preparato un piatto di pesce davvero invitante. Brava!

    RispondiElimina
  11. La calamarata con pesce che hai preparato ha un aspetto delizioso e fresco, adatto all'estate. Ottimo l'abbinamento con vino Insolia Baglio di Pianetto, lo conosco e lo bevo spesso quando ho occasione di andare nel ristorante preferito con mio marito.

    RispondiElimina
  12. Questa pasta a base di pesce mi invoglia molto, adoro i primi gustosi e leggeri e li adoro abbinati da ottimi vini bianchi come l'Insolia. Mia nonna era siciliana e certe delizie della sua terra le conosco bene!

    RispondiElimina
  13. Io purtroppo non sono molto ferrata nella scelta del vino. Avrei sicuramente optato per un bianco. Ora sapro cosa abbinare con un piatto di pesce

    RispondiElimina
  14. Ottimo il primo piatto che ci hai presentato e azzeccato è anche l'abbinamento al vino Baglio di Pianetto, un vino siciliano (nonchè palermitano) come me! ;)

    RispondiElimina
  15. mmmmh che ricettina squisita!! il piatto ha proprio una faccia invitante! hihihiiihi io farei parte delle amiche rompiscatole che mangiano (quasi) tutto ma senza aglio nè cipolla!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nessun rompiscatole. A casa mia ognuno ha i gusti che meritano! ;)

      Elimina
  16. Che meraviglia di piatto!!!! Mi hai fatto venire proprio fame! Il tutto poi accompagnato da un bel bicchiere di vino, che dire... Sei una cuoca eccezionale! Complimenti!!!
    Un saluto da: http://kiaramakeup89.blogspot.it

    RispondiElimina
  17. E per fortuna che ho appena cenato perchè altrimenti avrei fatto un passaggio attraverso il monito per afferrare quel gustoso piatto

    RispondiElimina
  18. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina

Se ti va, lasciami un commento.